La borsa svizzera sta per lanciare un exchange di criptovalute

Six, la società che possiede e gestisce la borsa valori svizzera, sta per lanciare un exchange di criptovalute pienamente regolarmentato
La mossa arriva nonostante il crollo dei prezzi e dei volumi di scambio sofferto dalle criptovalute dall’inizio di quest’anno
“È abbondantemente chiaro che gran parte di ciò che sta succedendo nell’area digitale non è un fenomeno passeggero” ha detto il Ceo Jos Dijsselhof.

Six, la società che possiede e gestisce la borsa valori svizzera, ha annunciato che sta per lanciare un exchange di criptovalute pienamente regolamentato, il che dimostra l’interesse istituzionale tuttora esistente nei confronti del settore malgrado il calo dei prezzi.
L’azienda ha comunicato che il nuovo Six Digital Exchange sarà supervisionato dalla banca centrale svizzera e dall’ente svizzero di controllo Finma. La Svizzera è stata negli ultimi tempi una delle giurisdizioni più “crypto-friendly” in Europa, tanto che i suoi enti di controllo hanno fornito una serie di linee guida chiare sul modus operandi che si aspettano da parte delle aziende specializzate in criptovalute.

La decisione da parte di Six di lanciare un crypto-exchange giunge malgrado il crollo del valore delle criptovalute e il calo dei relativi volumi di scambio dall’inizio di quest’anno. Il Bitcoin, la prima criptovaluta in termini di valore di mercato, è crollato da un valore di circa 20.000 dollari per token all’inizio dell’anno a poco più di 6.600 dollari giovedì scorso.

“Questo è l’inizio di una nuova era per le infrastrutture dei mercati dei capitali” ha dichiarato Jos Dijsselhof, Ceo di Six, in un comunicato. “Per noi, è evidente che gran parte di ciò che sta succedendo nell’area digitale non è un fenomeno passeggero e definirà il futuro del nostro settore.”

Market Quotes by TradingView