Il gigante dell’e-commerce, Newegg, espande il pagamento BTC in altri 73 paesi

Il principale rivenditore online con sede negli Stati Uniti Newegg ha dichiarato che inizierà ad accettare Bitcoin in 73 ulteriori negozi specifici per Paese.

Dato che Newegg offre i suoi servizi in 81 paesi, con piani per aggiungerne altri in base al loro sito Web, l’annuncio di oggi significa che “i clienti Newegg possono ora pagare con bitcoin in quasi tutti i paesi in cui l’azienda opera in tutto il mondo”.

Anthony Chow, presidente delle vendite globali di Newegg, afferma che la società è stata uno dei primi maggiori rivenditori online ad accettare bitcoin e che i clienti che hanno adottato la versione iniziale hanno rapidamente accettato l’opzione. Portare la possibilità di pagare con BTC in tutti i paesi in cui operano è parte del loro “impegno a portare innovazione nell’esperienza di acquisto online”, ha spiegato Chow, ma “risponde anche alla crescente preferenza dei clienti per la nostra opzione di pagamento bitcoin”.

Il gigante della vendita al dettaglio di elettronica e software online aveva anticipati che avrebbe potuto iniziare ad accettare BTC da gennaio 2014. In effetti, a luglio 2014, la società ha collaborato con il principale processore di pagamenti di criptovaluta BitPay per convertire le vendite di bitcoin in USD. Ha ampliato l’opzione in Canada nell’agosto di quell’anno. Non è stato richiesto un singolo chargeback per una transazione bitcoin su Newegg poiché l’opzione è stata resa disponibile, afferma l’annuncio, senza fornire alcun numero.

Secondo gli ultimi dati disponibili, i ricavi di Newegg hanno raggiunto i 2,7 miliardi di dollari nel 2019, quando contavano 2.500 dipendenti.

Per i suoi partner di e-commerce, si spiega, BitPay elabora circa 1 miliardo di dollari USA in transazioni Bitcoin all’anno. Sfrutta la blockchain per fornire trasparenza transazionale e rimuovere gli storni di addebito, consentendo al loro partner, in questo caso Newegg, “di aumentare il suo margine su ogni transazione bitcoin evitando le commissioni sulle carte di credito”.

Nel frattempo, alla fine di maggio di quest’anno, AT&T ha annunciato che la sua controllata, AT&T Communications ha stretto un partnership con BitPay per elaborare i pagamenti crittografici.

Market Quotes by TradingView